Cerca sito Google
Home News Gran Magistero Il cardinale Filoni pellegrino in Terra Santa per l'ingresso solenne al Santo Sepolcro

11/05/2022
Il cardinale Filoni pellegrino in Terra Santa per l'ingresso solenne al Santo Sepolcro
Un appuntamento rimandato a causa della pandemia

CITTÀ DEL VATICANO , 11 maggio, 2022 / 5:00 PM (ACI Stampa).-
Un ingresso solenne quello del cardinale Fernando Filoni, come Gran Maestro dell'Ordine del Santo Sepolcro, pellegrino in Terra Santa, con il Luogotenente Generale, Prof. Agostino Borromeo, dal Governatore Generale, Ambasciatore Leonardo Visconti di Modrone.

Dopo il suo arrivo, il Cardinale Filoni ha incontrato i Vescovi cattolici di Terra Santa e il Nunzio Apostolico, i Patriarchi ortodosso e armeno e il Custode. Poi l’ ingresso solenne al Santo Sepolcro a Gerusalemme, evento che è stato rinviato più volte a causa della crisi sanitaria mondiale. “Un pellegrinaggio a Gerusalemme è sempre un dono di Dio. Così era nel cuore del fedele ebreo; così fu per Gesù. Ma per noi? Inoltre, che senso ha – in modo speciale – questo luogo? “, così ha esordito il Cardinale Filoni nel suo breve discorso pronunciato oggi sulla tomba di Cristo, luogo della Resurrezione.

“Noi veniamo qui, come diceva Francesco d’Assisi per “vedere e toccare” il Signore – ha proseguito – per vedere le sue orme, sentire l’eco delle sue parole, toccare il luogo dove egli era stato deposto, secondo lo stesso incoraggiamento dell’angelo: “venite a vedere il luogo dove era deposto. Presto, andate a dire…: È risuscitato dai morti! “ (Mt 28,6-7). Lui è dove Dio ci ha salvati!”

Infine, rivolgendosi alla comunità cristiana di Terra Santa, il Gran Maestro ha detto: “ Voi, cari fratelli e sorelle, figli di questa “Madre Chiesa” di Gerusalemme avete la missione dell’angelo che incoraggia a vedere dove era stato posto il Signore. Grazie per questo servizio ai fratelli e sorelle fedeli di tutto il mondo ed in particolare ai fratelli e sorelle—Cavalieri e Dame dell’Ordine del Santo Sepolcro”.

Nel suo pellegrinaggio Cardinale Filoni si recherà a Betlemme dove visiterà la scuola di Beit Sahour e l'università di Betlemme che forma i futuri leader locali, entrambe sostenute dall’Ordine. La delegazione si muoverà poi verso Nazareth e infine in Giordania, dove il Gran Maestro consacrerà la nuova chiesa di Jubeiha, vicino ad Amman, la cui costruzione è stata ampiamente sostenuta dalle donazioni di Cavalieri e Dame dell’Ordine. Il rientro a Roma del Gran Maestro è previsto per sabato 14 maggio.






Autore: acistampa.com